Abbinamento cibo - vino?

4 miti da sfatare per conquistare la vera armonia fra odori e sapori

Come abbinare il vino al cibo? Esistono sicuramente regole di base a cui attenerci, ma dobbiamo subito mettere in chiaro che abbinare cibo e vino è un po' come cucinare. L'abbinamento perfetto non è una regola aurea scritta, assomiglia di più ad una musica che si compone di note e atmosfere che si armonizzano fra loro, creando un'opera d'arte. Gli accordi devono sposare odori e sapori del vino e del piatto accostato.

I miti da sfatare sull'abbinamento cibo-vino:

Sull'abbinamento cibo-vino si è scritto e detto tutto il contrario di tutto, ecco di seguito alcuni luoghi comuni sul tema che vogliamo provare a sfatare:

  • Chi l'ha detto che con il pesce bisogna abbinare il vino bianco? Non è sempre vero, in alcuni casi sono adatti anche certi rossi delicati (come ad esempio il Grignolino o il Bardolino)
  • Con la torta si brinda solo con spumante brut! Non è assolutamente vero, per il dolce ci vogliono vini dolci come: spumanti dolci, moscati, passiti o bianche amabili.
  • Una “bolla” per tutti? Si, nessuno escluso. L’anidride carbonica bilancia il nostro palato gestendo al meglio la parte salata, grassa e unta di un piatto. Quindi si a Lambrusco o Franciacorta con piatti grassi.
  • Formaggi? Allora vino rosso! Non è poi detto, dipende dal tipo di formaggi. Quelli cremosi e poco stagionati si abbinano perfettamente a vini bianchi di buona corposità.

I nostri abbinamenti cibo-vino da non perdere 

Se sei curioso e vuoi "toccare con mano", allora non ti resta che venire a FICO agli appuntamenti dedicati agli abbinamenti cibo-vino di settembre.