Il menu di Natale in 10 ricette della tradizione regionale

Casa vostra è casa nostra. Trova il tuo Natale sulle tavole di FICO

Raccontami il tuo menu di Natale e ti dirò da dove vieni.

Mai come a Natale i piatti che si portano in tavola parlano della tradizione e della storia della propria famiglia, casa, regione, angolo d’Italia. Dai ricettari generazionali ai ricordi d’infanzia, dai racconti della nonna ai tentativi di rivisitazione dei giovani; inizia con noi questo breve viaggio inconsueto, tra classici e moderni della cucina regionale. Tutti, ovviamente, disponibili a FICO.

Natale nelle Marche: vincisgrassi

Tipico piatto di famiglia dell’entroterra marchigiano tra Ancona, Macerata, Matelica e Fabriano, inutile tentare di categorizzare una ricetta che è, al pari delle lasagne, ricca di versioni domestiche. I vincisgrassi, in origine probabilmente princisgrass, è quindi il piatto principe delle feste natalizie marchigiane; una pasta al forno con cinque o sei tipologie di carne al suo interno.

Dove puoi trovarla a FICO? Presso La pasta di Campofilone!

Ricette natalizie tra Genova e Napoli

È il Pastificio Di Martino a inserire in menu per queste Feste a casa FICO una ricetta che unisce due regioni di mare: la Liguria e la Campania. Il piatto proposto da provare e da cui prendere spunto sono gli Ziti alla Genovese Napoletana. Un formato di pasta tipicamente partenopeo che richiama il termine zita e zito, rispettivamente ragazza e ragazzo non maritati, e che veniva cucinato in occasione dei pranzi di nozze. Gli ziti, rigorosamente spezzati a mano, osano una piccola variante genovese al classico ragù napoletano.

Vuoi sapere quale? Scoprilo al Pastificio gragnanese Di Martino!

Tre Carbonare natalizie

I menu delle feste devono anche rispettare le proprie passioni, e per chi dell’uovo e di un bel piatto di carbonara non può fare a meno, ecco tre varianti di carbonara col quale potete condire il vostro pranzo di Natale.

Strichetti alla carbonara: per chi ha i gusti classici e “di carbonara ce n’è una sola”.

Marinara: la carbonara di pesce per i puristi della Vigilia.

Carbonari alla Gricia: per i buongustai che la carbonara la vogliono nel ripieno.

Non sai quale scegliere? La Locanda dell’uovo le propone tutte e tre.

Classico romagnolo: i Cappelletti vanno al mare

Chi l’ha detto che un classico non si può rinnovare? Gianluca e Gian Paolo Raschi di certo sanno che l’unico modo per rafforzare la tradizione è tener d’occhio il passato senza perdere la voglia di sperimentare. Ecco allora che Il Mare di Guido di FICO propone per le feste i Cappelletti in brodo di vongole. Come dire, un piatto che metterà d’accordo tutti!

La zuppa della Vigilia

L’inverno è la stagione delle zuppe, le feste e la Vigilia in particolare, quella delle ricette a base di pesce. Unendo i prodotti il risultato è: Zuppa del Porto. Scorfano, gallinella, canocchie, cozze, vongole, moscardini, pomodorini e crostino di pane per una zuppa perfetta per le occasioni “più fredde” di queste feste.

Se caldo e pesce è quello che cerchi, trovi questo piatto alla Pescheria La Nave Errante di FICO.

Antipasti delle feste: la cultura del tagliere

Umbria, Emilia-Romagna e Calabria. Tre taglieri per tre territori. Dal tagliere porchetta vera umbra con carciofini e misticanza del chiosco La Porchetta di Renzini, a quello all’Emiliana del Mortadella Bar: affettato di mortadella Bologna IGP, Parmigiano Reggiano in scaglie e perle di aceto balsamico. Per finire, un viaggio in piena Calabria con il tagliere di salumi tipici de Il Suino Nero di FICO.

Perché il tagliere, a Natale, è una certezza!

Pranzo di Natale in Piemonte

Risalendo lo Stivale, troveranno soddisfazione gli amanti della carne piemontese. Perché una Battuta di Fassona Piemontese con capperi, olive e senape, accompagnato da un buon bicchiere di vino, è uno spettacolo per il palato a cui non si può rinunciare durante le feste.

L’appuntamento è alla Bottega del vino, tutti i giorni, quando la voglia di carne non vi dà tregua.

Il fritto a Natale fa bene: il baccalà

Già, in alcune regioni d’Italia il fritto, durante le feste, non può mancare. Il Baccalà fritto che propone l’Osteria del Fritto di FICO è un omaggio alla cucina campana e alla sua tradizione che vuole questa ricette sulle tavole durante la vigilia di Natale e la vigilia di Capodanno.

Noi, ve lo diamo per tutto il periodo festivo.

Voi, approfittatene!