Se dico Caprese a quale ricetta stai pensando? 

Insalata Caprese o Torta Caprese?
 
Il mondo si divide tra quelli che amano il dolce e quelli che non baratterebbero mai un piatto di pasta con un gelato. Da sempre. Nell’estate italiana questa divisione si manifesta in modi ancora più creativi. Ci sono i vacanzieri di lago e i tuffatori di mare, i pescatori di laghetto e quelli di molo, quelli che accetterebbero di volata un invito per una bella cena di pesce di acqua dolce, e chi invece troverebbe mille scuse per non andare.
 
Una parola racchiude in sé questa storica diatriba: Caprese. Un nome, due ricette. Una salata e una dolcissima. Tu a quale stai pensando? All’insalata a base di mozzarella e pomodoro o alla torta di cioccolato e mandorle? Facciamo tutte e due e non ci pensiamo più. Per entrambe, eccoti i consigli di FICO.
 

Caprese: l’insalata dell’estate

Indubbiamente il piatto completo in versione panino di ogni estate. Carboidrato, proteine e verdure e una bella quota di Sud che fa subito vacanza. Difficile risalire al primo inventore, di certo quello di oggi potresti essere tu. Pronto?
 
  1. Come sempre il successo nasce dalla scelta degli ingredienti. Opta per la qualità. Per la mozzarella è consigliabile una varietà poco acquosa, mentre i pomodori meglio non troppo maturi. Per evitare l’effetto laghetto (visto che siamo nel mondo salato!) lascia scolare entrambi per un po’ di tempo.
  2. Taglia le fette di mozzarella e quelle di pomodoro dello stesso spessore, ti aiuterà a mantenere un equilibrio tra i sapori.
  3. Se ti avanza un po’ di pane del giorno prima, puoi tostarne una fetta da usare come base per la Caprese stessa: il pane raccoglierà il condimento e farà da accompagnamento ideale.
  4. Tra basilico e origano, quello più di tuo gusto, ma non entrambi. Se la scelta ricade sul basilico, meglio quello a foglia larga. E ricorda, è un ingrediente, quindi va mangiato!
  5. Una variante gustosa può essere sostituire la mozzarella con fette di provola. Et voilà che l’insalata diventa finger food e aperitivo. Spicchi di provola, pomodorini e basilico da servire in uno strategico spiedo. Provare per credere! 

Caprese: il dolce per errore

Nei primi anni del 1900 un pasticcere a Capri dimenticò di aggiungere la farina nel dolce che stava preparando a base di cioccolato e mandorle. Dal fatidico e fortunato errore nasce la torta Caprese, dedicata all’isola che l’ha vista infornata per la prima volta.
 
La ricetta è ormai molto comune, ecco quella di chef Riccardo:
  • 200g cioccolato fondente (60%min)
  • 200g mandorle pelate
  • 200g zucchero semolato
  • 150g burro
  • 240g uova (circa 4) 
Trucchi fondamentali:
  1. Usare del cioccolato fondente di ottima qualità! 60% minimo.
  2. Tostare le mandorle in forno per 15 minuti a 170°. Falle seccare e tritale in forma molto sottile appena raffreddate.
  3. È importante separare i tuorli dagli albumi e montare a neve questi ultimi per poi aggiungerli come ultimo ingrediente all’impasto.
  4. Altro consiglio moooolto importante è quello di usare il forno in modalità “statica”. La Caprese deve essere un dolce umido al suo interno, la cottura “ventilata” andrebbe a seccarlo troppo!
  5. Se vuoi essere fedele alla tradizione, procurati le formine in silicone che richiamano i due Faraglioni più famosi d’Italia, adagiale sulla torta e spolverando lo zucchero a velo avrai il simbolo di Capri davanti ai tuoi occhi! 
Noi siamo certi che in questa estate, dolce e salato possano convivere. Tu?

Iscriviti alla newsletter

Ricevi contenuti esclusivi e novità su FICO Eataly World
Dove siamo
Orario di apertura

  • Temporaneamente chiuso
  •  
Mappa di Fico
  • FICO EatalyWorld Bologna
  • Piva 03409851205
Nutriamo una grande fiducia